Il Gruppo Europeo di Interesse Economico (Geie) – GEIE


Cos’è il GEIE?

Il Gruppo Europeo di Interesse Economico (Geie) è un contratto di collaborazione tra imprese e/o professionisti localizzati in paesi diversi dell’Unione Europea, stipulato allo scopo di agevolare o sviluppare l’attività economica del gruppo.

Il  Gruppo Europeo di Interesse Economico (Geie) è regolato dalle seguenti fonti normative:

 

Il Regolamento EU n. 2137/85 stabilisce la disciplina fondamentale e i principi generali del Geie, mentre il decreto legislativo 240/1991 detta una normativa di dettaglio e integrativa.

I Gruppi Europei di Interesse Economico devono essere iscritti in appositi registri tenuti dai singoli Stati dell’Unione Europea.

Gli Stati membri stabiliscono se i gruppi iscritti nei loro registri hanno o meno la personalità giuridica e se, quindi, possono essere autonomi centri d’imputazione di diritti e doveri.

In Italia il Geie ha personalità giuridica.

Caratteristica fondamentale del G.e.i.e. è quella di agevolare l’attività dei membri o aumentarne i profitti.

Pertanto, lo scopo del Gruppo non è quello di conseguire profitti per sé stesso.

Inoltre, l’attività del Gruppo deve essere di carattere ausiliario rispetto a quella esercitata dai suoi membri (imprese o professionisti).

In altre parole, deve sussistere un nesso funzionale tra le due attività economiche.

Contabilità del Geie

Quanto alla tipologia di contabilità applicabile al Geie, lo stesso è sottoposto al regime di contabilità ordinaria.

Il Gruppo deve istituire e tenere il libro giornale e il libro degli inventari.

Gli amministratori del Gruppo hanno obblighi di:

  • redigere il bilancio, composto da stato patrimoniale e conto economico;
  • sottoporlo all’approvazione dei membri e del Gruppo;
  • depositarlo alla Camera di Commercio entro 4 mesi dalla chiusura dell’esercizio.

 

Limiti all’attività economica del Geie

ll Gruppo non può:

  1. esercitare, direttamente o indirettamente, il potere di direzione o di controllo delle attività proprie dei suoi membri o delle attività di un’altra impresa;
  2. detenere direttamente o indirettamente, a qualsiasi titolo, alcuna quota o azione sotto qualsiasi forma, in un’impresa membro; salvo che il possesso delle quote sia necessario per realizzare lo scopo del gruppo;
  3. ricorrere al pubblico risparmio

Limiti alla qualifica di membro del Gruppo Economico di Interesse Europeo

Possono essere membri di un gruppo soltanto:

  1. le società che hanno la sede sociale o legale e l’amministrazione centrale nell’Unione Europea;
  2. le persone fisiche che esercitano un’attività industriale, commerciale, artigianale, agricola, una libera professione.

Per quanto riguarda la composizione dei membri, Il Geie può essere composto da sole società, da soli professionisti o da una pluralità di soggetti diversi (gruppo misto tra imprese e professionisti).

Ciononostante, un Gruppo deve essere composto almeno:

  1. da due società o altri enti giuridici, aventi l’amministrazione centrale in Stati membri diversi;
  2. da due persone fisiche che esercitano un’attività a titolo principale in Stati membri diversi;
  3. da una società o altro ente giuridico e da una persona fisica, di cui il primo abbia l’amministrazione centrale in uno Stato membro.

Il Contratto di Gruppo

Nel contratto di gruppo devono figurare almeno:

  1. la denominazione del gruppo preceduta o seguita dall’espressione “Gruppo europeo di interesse economico” o dalla sigla “GEIE”, a meno che tale espressione o sigla figuri già nella denominazione;
  2. la sede del gruppo;
  3. l’oggetto del gruppo;
  4. i nomi, la ragione o la denominazione sociale, la forma giuridica, il domicilio o la sede sociale e, eventualmente, il numero ed il luogo di iscrizione di ciascun membro del gruppo;
  5. la durata del gruppo.

 

Il regime di pubblicità del Geie

Il Gruppo è iscritto in un apposito registro, nell’ambito dello Stato in cui si trova la sede.

Devono essere depositati presso il predetto registro gli atti e le indicazioni seguenti:

  1. contratto di gruppo;
  2. ogni modifica del contratto del gruppo, compreso qualsiasi cambiamento nella composizione del gruppo;
  3. la nomina dell’amministratore o degli amministratori del gruppo.

La sede deve essere fissata:

  1. nel luogo in cui il gruppo ha l’amministrazione centrale;
  2. oppure nel luogo in cui uno dei membri del gruppo ha l’amministrazione centrale o, se si tratta di una persona fisica, l’attività a titolo principale, purché il gruppo vi svolga un’attività reale.

 

Le votazioni e il principio del voto all’unanimità

Ciascun membro dispone di un voto. Tuttavia, il contratto di gruppo può attribuire più voti a taluni membri, a condizione che nessuno di essi disponga della maggioranza dei voti.

I membri decidono all’unanimità di:

  1. modificare l’oggetto del gruppo;
  2. modificare il numero di voti attribuito a ciascuno di essi;
  3. modificare le condizioni di adozione delle decisioni.

Il contratto di gruppo può determinare a quali condizioni di numero legale e di maggioranza saranno prese le decisioni o alcune di esse. In mancanza di disposizioni contrattuale, le decisioni sono prese all’unanimità.

 

Poteri dell’Amministratore

Soltanto l’amministratore o, se sono vari, ciascuno degli amministratori rappresenta il Gruppo verso i terzi.

Il contratto di Geie può prevedere che questo sia validamente impegnato solo da due o più amministratori operanti congiuntamente.

La ripartizione dei profitti e delle perdite

I profitti risultanti dalle attività del gruppo sono considerati come profitti dei membri e ripartiti tra questi ultimi secondo la proporzione prevista nel contratto di gruppo o, nel silenzio del contratto, in parti uguali.

La stessa regola si applica con riferimento alle perdite del Gruppo.

Ogni membro del gruppo può cedere a un altro membro o a un terzo la sua partecipazione nel gruppo o una frazione di questa; l’efficacia della cessione è subordinata all’autorizzazione data dagli altri membri all’unanimità.

Responsabilità illimitata dei membri

I membri del gruppo rispondono illimitatamente e solidalmente per le obbligazioni di qualsiasi natura di quest’ultimo.

Per definire l’ambito di responsabilità occorre verificare se lo Stato membro riconosce ai Gruppi Europei di Interesse Economico la personalità giuridica o meno.

L’ammissione e il recesso dei membri

La decisione di ammettere nuovi membri è presa dai membri del gruppo all’unanimità.

Il recesso di un membro del gruppo è possibile alle condizioni previste nel contratto di gruppo o, in mancanza di disposizioni contrattuali, con l’accordo unanime degli altri membri.

A richiesta di un membro, il giudice può pronunciare lo scioglimento del gruppo per giusta causa.

Limite dell’interesse pubblico

Qualora un gruppo eserciti in uno Stato membro un’attività contraria all’interesse pubblico di detto Stato, l’attività può essere vietata dall’autorità competente di tale Stato.

About Ce.S.F.I.

Siamo il Ce.S.F.I. (Centro studi sulla fiscalità internazionale), con sede in Milano (MI), via Felice Casati n. 20. Per richieste, quesiti e/o collaborazioni, ti invitiamo a lasciarci un messaggio nell'apposita pagina "Contatti".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *