L’acquisizione di una società in perdita per scopi elusivi

L’acquisizione di un’impresa in perdita rappresenta una tipica tecnica di elusione fiscale posta in essere dalle imprese di medie/grandi dimensioni. In linea di principio le operazioni straordinarie (fusioni, acquisizioni, scissioni, cessioni d’aziende, trasferimento della residenza all’estero ecc…), tra cui l’acquisizione di imprese in perdita, dovrebbero essere giustificate da ragioni di tipo economico. Tuttavia, nella maggior parte […]

Come pagare meno tasse legalmente: 5 consigli utili

Esistono tantissimi espedienti per ridurre il carico tributario gravante sull’impresa o attività economica esercitata. La maggior parte di essi ha natura illecita e, quindi, espongono il contribuente al rischio di essere colpito da sanzioni amministrative e/o penali irrogate dalle Autorità fiscali o dall’Autorità giudiziaria. Una tipica attività illecita, che consente di ottenere un risparmio d’imposta, […]

Come protestare una cambiale

La cambiale è un titolo di credito, ossia un documento destinato alla circolazione che attribuisce il diritto ad ottenere una determinata prestazione. A differenza dell’assegno che è uno strumento di pagamento, la cambiale è uno strumento di credito per le imprese e/o consumatori, che possono ottenere una dilazione dei pagamenti a fronte dei servizi e […]

Le operazioni sotto copertura degli agenti provocatori: profili giuridici

La Convenzione dell’ONU contro la criminalità organizzata transnazionale (1) prevede l’impiego di tecniche speciali d’investigazione contro la criminalità organizzata nazionale e  transazionale e contempla la possibilità per le Forze di Polizia di porre in essere le c.d. operazioni sotto copertura (anche dette Operazioni Undercover). Le operazioni sotto copertura sono disciplinate dall’art. 9 della legge 146/2006, mentre per […]

Le Convenzioni contro le doppie imposizioni e il Modello OCSE

Generalmente i sistemi fiscali dei Paesi occidentali sono improntati ad un duplice principio: il principio di tassazione del reddito prodotto all’interno del Paese; il world wide taxation principle, ossia principio di tassazione dei redditi prodotti/posseduti globalmente dal soggetto. Anche l’ordinamento fiscale italiano è informato ai suddetti principi, tant’è che un’impresa o una persona fisica residente […]

Mancato o tardivo rilascio del CUD: cosa fare?

La legge pone a carico di una determinata categoria di soggetti[1],  che corrispondono compensi sottoposti a ritenute alla fonte (quali ad esempio stipendi), l’obbligo di rilasciare una apposita certificazione unica, anche ai fini contributivi, attestante L’ammontare complessivo delle somme e dei valori corrisposti; l’ammontare delle ritenute operate, delle detrazioni di imposta effettuate; l’ammontare dei contributi […]

La responsabilità del consulente fiscale

In taluni casi il consulente fiscale di un soggetto può essere considerato responsabile, a titolo di concorso, delle violazioni tributarie commesse da quest’ultimo. Tale circostanza ricorre quando il contribuente dichiara alle autorità fiscali di aver agito secondo le indicazioni fornitegli dal suo consulente. Tuttavia, il consulente è responsabile soltanto qualora abbia agito con dolo o […]

holding company e l’esenzione della ritenuta sui dividendi

Cosa sono le holding companies e che ruolo rivestono nell’ambito della pianificazione fiscale dei gruppi multinazionali?   Le holding companies (o società contenitore, come da traduzione letterale dall’inglese) sono società che hanno come oggetto principale la gestione di partecipazioni azionarie in una o più società controllate. Sono quindi uno strumento societario che i gruppi multinazionali […]

Versare soldi in nero in banca: quali sono i rischi?

È risaputo che in Italia un’elevata pressione fiscale induce molti contribuenti a non dichiarare al fisco, in tutto o in parte, i propri redditi. Tanti soggetti preferiscono avviare un’attività completamente in nero, accettando i rischi che questo tipo di scelta comporta. L’obiettivo di quest’ articolo non è quello di fornire una guida per capire come […]

Limitazioni all’uso del denaro contante

Su impulso del legislatore comunitario, con l’obiettivo primario di assicurare la prevenzione dell’utilizzo del sistema finanziario a scopo di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo, il decreto legge n. 201/2011 ha portato la soglia massima per l’utilizzo del denaro contante e dei titoli al portatore da 2.500 a 999,99 euro, con decorrenza dal 6 dicembre […]