Società estera senza incorrere nell’esterovestizione

L’esperto rispondeCategoria: Fiscalità internazionaleSocietà estera senza incorrere nell’esterovestizione
Paolo asked 7 mesi ago

Buonasera, è possibile per un cittadino italiano avviare un impresa all’estero pur mantenendo la residenza fiscale in Italia?
Intendo dire non una costituzione fittizia ma una società con un ufficio e un lavoratore che gestisce le campagne di marketing in outsourcing per la mia azienda italiana.
E’ possibile che questa società offra i suoi servizi ad una mia società Italiana?
In questo caso pagherei le tasse degli utili societari solo nel paese in cui essa svolge il suo operato, è corretto?
Ovviamente in questo caso se io risiedessi in Italia, dovrei dichiarare la mia attività estera nel quadro RW e qualora percepissi i dividendi, pagare l’IRPEF in Italia da cittadino italiano.

grazie

1 Answers
dott. Ernesto Cherici. answered 7 mesi ago

Buongiorno,
sono il dott. Ernesto Cherici membro del comitato scientifico del CesFi.
Non è possibile rispondere immediatamente  alla Sua richiesta, in quanto la stessa richiede, per la sua complessità, un approfondimento fiscale nazione ed internazionale.
Le situazioni che si possono riscontrare sono dall’esterovestizione, appunto, all’abuso di diritto nonché all’individuazione di una stabile organizzazione personale in Italia.
Può contattare gratuitamente il Centro Studi attraverso il form della pagina contatti per ottenere una risposta più esauriente.

Your Answer

12 + 5 =